Home RUBRICHE Animali in viaggio >

Animali in viaggio

Premesso che: occorre sempre rispettare tutti coloro che per scelta, necessità o altro ancora non gradiscono la vicinanza di animali, motivo per cui, nel rigoroso rispetto del buon vicinato, in alcuni spazi comuni non è consentito l’accesso ad alcune o addirittura a tutte le tipologie animali, di seguito sono riportati alcuni semplici accorgimenti e regole da seguire, utili, oltre che per una serena convivenza, a limitare spiacevoli imprevisti che potrebbero verificarsi e mettere a rischio il buon fine e la tranquillità del nostro viaggio in compagnia di un animale al seguito.

In viaggio con l’amico ...

Devi sapere che: il Passaporto Europeo è obbligatorio per cani, gatti e furetti che anno oltre 3 mesi di età. In esso, oltre ad un numero che identifica il documento, sono riportati tra altri anche razza, nome, data di nascita, sesso, peso, altezza al garrese, colore del manto. La foto è facoltativa. Il Passaporto Europeo, compilato dal veterinario e rilasciato da una ASL autorizzata, ha il costo di circa € 10,00. Sono anche obbligatori il tatuaggio o il microchip.
Nel caso in cui si verifica lo smarrimento, il ritrovamento, od ancora se sei testimone dell’abbandono di un animale, è necessario telefonare al 112 o ai Vigili del comune competente comunicando gli estremi dell’accaduto. L'abbandono é un reato punito dalla legge con la reclusione fino ad un anno o con l'ammenda da 1.000,00 a 10.000,00 Euro.

Ricordati che: prima di partire devi assicurarti del buono stato di salute del tuo amico e che abbia fatto tutte le eventuali vaccinazioni occorrenti (alcune tipologie come i cani non possono essere vaccinati prima dei 3-4 mesi di vita), facendolo visitare da un veterinario al quale devi descrivere il viaggio da intraprendere per ricevere gli eventuali consigli in merito.

Importante è la preparazione della valigia del nostro amico nella quale è consigliato inserire:
- Passaporto Europeo e libretto sanitario;
- collare con medaglietta in cui sia riportato indirizzo e recapito telefonico, guinzaglio, museruola;
- ciotole per acqua e cibo, mangime secco o umido;
- il necessario per l’igiene, pinzetta utile per togliere i forasacchi da orecchie e zampe, spazzola, salviettine umidificate, telo, paletta per le deiezioni, sabbietta e lettiera;
l’eventuale lettino o gabbietta ed alcuni giocattoli preferiti;
- i farmaci assunti abitualmente, antiparassitari per pulci, zecche, zanzare ecc., kit di pronto soccorso.

Documenti Sanitari:
Se provieni da un paese dell’Unione Europea o Extraeuropea devi presentare all’ingresso in Italia il certificato di origine e sanità e/o il documento dell’animale, riportanti l’identificazione dell’animale, le date di vaccinazione per rabbia e cimurro, inclusi i richiami annuali. Se l’animale ha meno di tre mesi deve essere rimasto in cattività dalla nascita, non deve provenire da aziende sottoposte a provvedimenti restrittivi e non deve presentare segni di malattie infettive. Provenendo da un paese dell’U.E. o con l’animale al seguito è sufficiente presentare i documenti al funzionario doganale in area arrivi. Provenendo da un paese extra U.E. senza l’animale al seguito occorre l’intervento del Veterinario Ufficiale del PIF (Posto di Ispezione Frontaliero), il quale dopo avere visitato l’animale deve rilasciare il Certificato di Passaggio alla Frontiera. Non sono obbligati alla visita veterinaria al PIF gli animali ornamentali o d’affezione di piccola taglia al seguito del passeggero, purché non siano più di cinque ad esclusione degli psittacidi (pappagallini) e leporidi (coniglietti). Se ti rechi in un paese dell’U.E. le regole sono uguali a quelle indicate per l’introduzione da un paese dell’U.E. eccetto che per il Regno Unito nel quale sono in vigore particolari restrizioni. Se vai in un paese extra U.E. occorre rivolgersi all’Agenzia Viaggi o alla Compagnia Aerea in quanto le procedure variano a secondo del paese. In Italia per il trasporto dei cani in particolare verso la Sardegna occorre la specifica attestazione di vaccinazione antirabbica rilasciata dalla ASL di appartenenza ed eseguita da almeno 30 giorni e non oltre 12 mesi, mentre verso la Sicilia è sufficiente il certificato sanitario dell’animale dal quale risulti l’avvenuta vaccinazione. Per quanto riguarda invece uccelli, pesci, rane e tartarughe terrestri, possono essere introdotti in Italia solo se muniti del certificato d’origine rilasciato dal paese di provenienza. Per le specie protette come pappagalli, tartarughe acquatiche, pesci ornamentali, ecc. occorre il certificato CITES (autorizzazione all’esportazione).

Sui mezzi comunali: per i trasporti urbani comunali come autobus, tram e metropolitana le norme possono variare da comune a comune. Solitamente, quando è consentito l'accesso dell’animale, è per esso richiesto il pagamento del biglietto a tariffa intera. L'animale, secondo la tipologia, dovrà inoltre essere munito di museruola, nel caso sia un cane, e tenuto al guinzaglio o custodito in appositi contenitori. Non dovrà recare disturbo e/o danno a persone e/o cose, non essere di ingombro nei passaggi ed in prossimità delle portiere di salita e discesa del mezzo. Fanno eccezione i cani guida per non vedenti che sono sempre ammessi senza particolari restrizioni. Sui mezzi AMAT di Palermo, se non affollati ed in assenza di proteste di altri viaggiatori, dalle ore 20,00 alle ore 8,00 è consentito l’accesso ad un massimo di n° 2 cani da caccia per vettura accompagnati da persona munita di licenza.

Sull'auto: il comma 6 dell’art.169 del codice della strada consente di trasportare liberamente in auto un solo animale purchè non costituisca pericolo o intralcio per il conducente dell'auto. Il trasporto di più animali è consentito inoltre se questi vengono custoditi nel vano posteriore dell'auto, appositamente diviso da una rete o da altro mezzo analogo. Se l’animale soffre di mal d'auto è bene farsi consigliare da un veterinario un farmaco idoneo al caso. Per ridurre il rischio di mal d’auto è preferibile lasciare l’animale a stomaco vuoto due ore prima di partire e tenere a disposizione durante il viaggio una ciotola e dell'acqua. Nel corso delle soste, da effettuare almeno ogni due ore, è indispensabile fare sgranchire e dissetare l’animale. Evita sempre di lasciare in auto l’animale e ricorda che anche con i finestrini abbassati, specie nelle giornate calde, in pochi minuti la temperatura all'interno dell’auto può raggiungere anche i 60 gradi.

Sul taxi: considerato che non esistino delle norme che regolano il trasporto di animali in taxi, è a discrezione del conducente accettare o meno l’animale a bordo. E’ pertanto consigliato segnalare, al momento della prenotazione, la presenza di eventuali animali che ci accompagnano. In alcuni comuni sono per questo presenti dei servizi di taxi-dog dedicati a chi si muove con un animale al seguito.

Sul treno: in treno, sia in prima che in seconda classe, seguendo alcune regole legate alla taglia è consentito il trasporto di piccoli animali. Il trasporto è gratuito per gli animali di piccole dimensioni custoditi negli appositi trasportini di grandezze non superiori a cm. 70x50x30. Per contenitori di dimensioni superiori è obbligatorio il pagamento di un biglietto di seconda classe ridotto del 40%, salvo diversa disposizione tariffaria, e nel caso in cui si rechi danno o disturbo il viaggiatore è obbligato a pagare una penalità, oltre che ad abbandonare il treno alla prima stazione utile. Solo in 2 classe i cani di piccola taglia possono viaggiare liberamente in braccio al padrone con un biglietto ridotto del 40%. Anche per i cani di grossa taglia si deve pagare comunque il biglietto ridotto del 40% e sono ammessi solo se non disturbano, vanno tenuti al guinzaglio e muniti di museruola altrimenti è necessario noleggiare l'intero scompartimento. Nei treni Eurostar Italia possono viaggiare solo i cani guida per non vedenti.
Sui treni ETR (Pendolini) sono ammessi gratuitamente i cani di piccola taglia se custoditi negli appositi contenitori di cm.32x32x50, che devono essere collocati in appositi spazi indicati dal personale.
Nelle vetture letto sono ammessi solo i cani di piccola taglia prenotando però tutto lo scompartimento. Nelle carrozze-cuccette non è ammesso il trasporto di animali. Ricorda sempre che gli accompagnatori degli animali, a cui spetta la loro sorveglianza, sono responsabili di tutti i danni eventualmente da essi causati. Considerato che le Ferrovie dello Stato possono apportare modifiche alle condizioni per il trasporto degli animali in treno, è consigliabile informarsi sempre prima della partenza.

Sulla nave: prima di iniziare il viaggio in nave, non essendoci in vigore un’unica normativa per tutte le compagnie di navigazione, è consigliato informarsi in merito al trasporto dell’animale al nostro seguito con la compagnia di navigazione utilizzata. Nell’uso di navi o traghetti, generalmente non ci sono particolari restrizioni in merito, è consigliato comunque portare sempre con se, oltre a Passaporto Europeo e libretto sanitario, un certificato di buona salute dell’animale e, nel caso di amici a quattro zampe oltre al guinzaglio e la museruola, anche il certificato di vaccinazione antirabbica. Solitamente il personale di bordo indica come occorre comportarsi e gli spazi in cui l’animale può accedere. Da evitare sempre di lasciare l’animale in auto in quanto solitamente nelle stive delle navi la temperatura si alza notevolmente. Le tariffe, solitamente a titolo gratuito nelle tratte brevi, sono a prezzo fisso nelle tratte medio-lunghe.

Sull'aereo: viaggiare in aereo, soprattutto se nel reparto bagagli, per un animale può essere particolarmente traumatico. Solitamente gli animali di piccola taglia viaggiano come bagalio a mano dentro un adeguato contenitore con fondo impermeabile ed assorbente. mentre quelli di grande taglia viaggiano nella stiva pressurizzata, riscaldata ed illuminata come bagalio registrato. I cani guida viaggiano nella stiva con un’apposita cuccia ovvero in cabina, compatibilmente allo spazio disponibile, purché muniti di museruola e guinzaglio. Il trasporto dei cani guida non è soggetto a limiti di peso ed è gratuito. Al momento della prenotazione occorre comunicare alla compagnia aerea la presenza dell'animale in quanto molte di queste consentono l'imbarco di un solo animale per ogni classe. E' importante che l’animale sia inserito in un contenitore adeguato alle sue dimensioni che gli permetta un comodo movimento. Per gli animali che viaggiano in cabina la tariffa per i voli nazionali è di circa € 16,00, mentre per i voli internazionali corrisponde all'1,35% della tariffa piena. Per gli animali che viaggiano nella stiva la tariffa dipende dal loro peso e dal luogo di destinazione. Il pagamento del loro biglietto viene effettuato al momento della partenza in aeroporto. Prima di iniziare il viaggio in aereo, non essendoci in vigore un’unica normativa per tutte le compagnie aeree, è consigliato informarsi in merito al trasporto dell’animale al seguito con la compagnia aerea utilizzata. Ricorda inoltre che per disposizione delle autorità aeroportuali, "nei luoghi pubblici o aperti al pubblico gli animali domestici, ed in particolare i cani, debbono essere condotti al guinzaglio e dotati di museruola, oppure debbono essere tenuti chiusi in appositi ed adeguati contenitori" (ordinanza ENAC n° 3/99).


N.B. Se hai Smarrito, Trovato oppure intendi dare in Adozione o fare Accoppiare un animale, puoi pubblicare gratuitamente la tua inserzione compilando Questo Modello   -  (obbligatoria la Registrazione)

 

Ultimi aggiornamenti

I più letti

Donazione 5x1000

Eventi consigliati:
Sicilia: Cape2Cape
Sicilia: Cape2Cape
Sicilia:MotoTurismo SicilyRaid
Sicilia:MotoTurismo SicilyRaid
SiciliaDream Kayak Tour 2013
SiciliaDream Kayak Tour 2013
Tunisia: Raid Tunisia on Road
Tunisia: Raid Tunisia on Road
Isola d.Femmine:Settimana Sport
Isola d.Femmine:Settimana Sport
Vieni a ..... Villa Sommariva
  • Villa Sommariva
  • Villa Sommariva
  • Villa Sommariva
  • Villa Sommariva
  • Villa Sommariva
  • Villa Sommariva
  • Villa Sommariva
  • Villa Sommariva

SiciliaDream Kayak Tour 2013

. . . . . anche su Facebook


SiciliaDream è il portale web Siciliano dedicato al turismo e la vita in Sicilia.

SiciliaDream, un punto di riferimento unico per chi vuole conoscere la Sicilia,
usufruendo dei suggerimenti di chi la Sicilia la ama, la vive e ne fa scoprire fascino e bellezza!